DECADENZA MUSICALE ITALIANA

DECADENZA MUSICALE ITALIANA
da Giorgio Goldoni

L’ultimo grande musicista italiana con eco mondiale fu Giacomo Puccini.
Quando la sinistra negli anni 50 bollava rock and roll, rhythm & blues e jazz solo perchè venivano dagli usa e osannava Claudio Villa e Luciano Tajoli (astro conteso di tutti i festivals dell’Unità) il mondo vantava geni musicali sconosciuti in Italia:
.
-Billie Holiday venne a cantare a Genova, in una compagnia di avanspettacolo,dimenticata da tutti,
-il pubblico medio ad un concerto di Jazz era tra le 50 e le 100 persone ,
-Django Rheinhardt venne a Milano a suonare una sera in un night-club.

DECADENZA MUSICALE ITALIANAultima modifica: 2004-03-14T15:24:07+01:00da giorgiogoldoni
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento